Panorama del Gargano

Il promontorio del Gargano è molto simile ad un’isola, lo si confonde nelle mattine nebbiose invernali , quando non si nota il suo legame alla terra ferma. La sua posizione privilegiata è la causa anche della sua diversità rispetto al resto del territorio circostante. La foresta rigogliosa e la scogliera caratterizzata da scogli e faraglioni tra i quali spiccano, tra i più famosi, i Mergoli di Baia delle Zagare e il Pizzomunno sulla spiaggia di Vieste.

La grande foresta, chiamata Foresta Umbra è molto caratteristica anche perché arriva sino al mare di Vieste, cosa non usuale per una foresta. L’ente parco con la forestale si preoccupano di rendere questi spazi adatti anche ai turisti, con tanti percorsi indicati con cartelli ed indicazioni utili al raggiungimento di alberi giganteschi, gravine, grotte e zone dove cerbiatti e mufloni hanno le loro riserve.foresta_umbra.jpg

Molto importanti sono i laghi di Lesina e Varano, i più grandi laghi costieri d’Italia, posti a nord del Gargano, molto simili, ma diversi per forma, origine e per il grado di salinità. Lesina ha fondali bassi e si estende per 5200 ettari. Varano invece ha acque più profonde ed un perimetro maggiore rispetto al precedente e alimentato da numerose sorgenti sotterranee che lo rendono più dolce.

La zona interna del Parco del Gargano si caratterizza per la presenza di vasti altipiani costituiti da steppe con una vegetazione che si risveglia soprattutto in primavera con tanti cespugli fioriti e non. Tutto questo offre numerosi pascoli agli erbivori tra i quali sono molto conosciute le mucche podoliche, il cui latte è molto prezioso anche perché di produzione limitata. Il caciocavallo è la produzione più esclusiva di questi pascoli, con un prezzo ormai salito alla vendita, ma di alta qualità e valore. Il Residence a Vieste che vi proponiamo é il punto di partenza alla scoperta di tutto il territorio del Gargano