Il residence a Vieste vicino al mare

La località Molinella è una delle più frequentate tra quelle costiere di Vieste e del Gargano. Molte sono le strutture che insistono sulla Baia di Molinella, molte di queste di piccole dimensioni come residence o villaggi turistici. Pochi lidi privati, spiaggia libera di finissima sabbia e la protezione della scogliera laterale dai frequenti vinti di Maestrale. Sul versante sinistro della Baia troviamo il Trabucco di Molinella, uno dei più belli di tutta la costa garganica e non.

Questo Trabucco è ancora attivo, come quasi tutti gli altri, grazie alla compartecipazione di un’associazione che si è proposta negli ultimi anni di recuperare questi stupendi sistemi di pesca dalla terra ferma, ormai in disuso per la scarsa produttività, ma di notevole bellezza e unicità. Alcuni di questi sono stati adibiti a stupendi ristoranti a strapiombo sul mare, rustici, ma di grande effetto scenico.mare di Vieste

Sulla baia di Molinella ci sono anche due ottime pizzerie che fanno anche da ristorante, molto popolate non solo dagli ospiti delle strutture limitrofe. La zona umida retrostante la baia è protetta vista la presenza di uccelli migratori e di una fauna stanziale che rende la località di molinella un piccolo parco a cielo aperto. Aironi bianchi e cenerini, Garzette e mille uccelli acquatici che colorano le “correnti” di acqua dolce e fresca che sfociano a mare.

Per completare lo scenario della località Molinella non si può dimenticare la stupenda scogliera che arriva sino alla spiaggia di Santa Maria, su di questa si trovano numerose tufare che scendono fino al mare e facilitano l’accesso per la balneazione, con fondali stupendi e cristallini. La presenza della Torre di Porticello nobilita il tutto con la sua forma squadrata e con il suo colore di “storia e vissuto” che incanta, un pezzo di una storia lontana ed affascinante, un piccolo castello sul mare, un regno di poche decine di metri quadrati, ma di una bellezza unica e rara. Volgendosi verso Sud il panorama di Vieste con l’isolotto di Sant’Eufemia o del Faro che, come un metronomo, scandisce la sua luce.