Il paradiso naturale del Gargano

Il Sud è una grande risorsa naturalistica di notevole importanza ecologica e molti sono i parchi nazionali, regionali ed aree protette che lo caratterizzano e tra questi il Parco Nazionale del Gargano.

1_z.jpg
E’ un piccolo paradiso naturale che si staglia oltre la zona pianeggiante circostante ad Ovest cercando una via di fuga ad Est verso il blu delle acque cristalline del Mare Adriatico.
Oltre 120.000 ettari dello “Sperone d’Italia”, dal 1995, sono territorio protetto del Parco garganico.

La grande estensione determina notevole varietà morfologica e paesagistica.
Si passa da zone dal verde lussureggiante a quelle ombrose dove pini d’aleppo, faggi, cerri e tassi secolari costituiscono una superba foresta.
Si passa da zone umide a valloni sassosi, a doline, a cutini e grotte, non solo nella zona interna, ma anche se quella costiera dove se ne contano 180 nel solo tratto da Peschici a Mattinata.
Lungo la costa si alternano spiagge sabbiose a tratti di costa irta con pareti a strapiombo sul mare dal quale affiorano a tratti scogli e suggestivi faraglioni.

La città simbolo, nel panorama internazionale, detta anche la “perla del Gargano”, è Vieste.
Direttamente sul mare, alla punta piu estrema del promontorio garganico, Vieste offre la possibilità di godere di tutte le ricchezze di questa terra grazie a numerosi itinerari che la vedono come punto di riferimento.