Giugno e Luglio a Vieste: il periodo migliore

Il Gargano è una terra dai dolci sapori, dalla gastronomia e dall’enogastronomia raffinate, dalle lunghissime distese di olivi e vigneti che caratterizzano il paesaggio della macchia mediterranea, del centro storico con stradine strette medievali, delle 26 grotte marine, delle spiagge più invidiate al mondo e del Parco Naturale più vario di Italia. Qual è il periodo migliore per visitare questa bellezza?

Una buona visita sul Gargano non può durare meno di una settimana innanzitutto e dev’essere completa. Le stagioni invernali promettono al turista solo il 50% di quello che questa meravigliosa terra può offrirgli, perché celano le bellezze marine e paesaggistiche che possono essere scoperte soltanto a piedi o in barca, coccolati da una temperatura tutt’altro che rigida e austera.

A Natale, il centro storico di Vieste è arricchito di luci e colori caratteristici: non marcano i mercatini e nemmeno l’atmosfera unica che si respira solo in Puglia, ma il mare non si presenta come l’intero mondo lo descrive, perché, sebbene vanti di colori meravigliosi, risulta poco invitante e freddissimo per essere esplorato a nuoto o tramite immersioni subacquee.

Il periodo migliore per godere di una visita completa e soddisfacente sul Gargano è senz’altro quello che va dal 1 giugno al 31 luglio. Ad Agosto, la visita può essere interessante, ma a volte stressante perché le strade, le spiagge, i monumenti e il centro storico sono affollati da turisti, soprattutto nella settimana di ferragosto in cui la maggior parte di essi gode di meritatissime ferie.

A Giugno, la temperatura non supera mai i 30°, le spiagge non sono affollate e a Vieste si può assaporare davvero la bellezza di tutto il Gargano che si esprime in una miriade di colori. Dalla gastronomia, all’enogastronomia al mare, Vieste si tinge di rosso intenso come i suoi succosi pomodori, di rosso rubino come il vino primitivo delle sue campagne e di oro come il colore del suo dolcissimo olio extravergine.

A Luglio, il mare cambia il suo aspetto ogni ora perché, grazie all’effetto del sole, assume diverse sfumature di azzurro e verde che lasciano intravedere la trasparenza dei suoi fondali, offrendo spunto per tele d’autore e fotografie di alta professionalità. Il centro storico, soleggiato e colmo di botteghe tradizionali è teatro di colorate sagre organizzate di sera per far conoscere la Puglia, nel più profondo della sua storia.